PADOVA HALL

Regolamento

Per il reclutamento del personale

Approvato dall’organo amministrativo in data 18/09/2019

1. Premesse

Il presente “Regolamento per il reclutamento del personale” (“Regolamento”) disciplina criteri e modalità di reclutamento del personale dipendente adottate da Padova Hall S.p.A. (di seguito “Padova Hall” o “Società”) ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 19 del D.lgs. n. 175/2016 ss.mm.ii…

Le modalità di reclutamento disciplinate nel presente Regolamento non hanno natura di concorso pubblico e il rapporto di lavoro del personale dipendente della Società è di tipo privatistico e ad esso si applicano le disposizioni del capo I, titolo II, del libro V del codice civile, nonché le leggi sui rapporti di lavoro subordinato nell’impresa.

Le assunzioni avvengono nel rispetto delle vigenti disposizioni di legge e della contrattazione collettiva. In particolare, lo stato giuridico-economico del personale della Società è regolato dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per i dipendenti di aziende del COMMERCIO, TERZIARIO, DISTRIBUZIONE E SERVIZI.

L’indizione e lo svolgimento delle procedure di reclutamento non costituiscono impegno all’assunzione da parte della Società.

2. Principi generali

Le procedure di reclutamento della Società si conformano ai principi di trasparenza, imparzialità e pubblicità e ai principi di cui all’art. 35, comma 3, del D.lgs. n. 165/2001 ss.mm.ii. e in relazione ad esse la Società garantisce dunque:

a) adeguata pubblicità della selezione e modalità di svolgimento che garantiscano l’imparzialità e assicurino economicità e celerità del suo espletamento;

b) adozione di meccanismi oggettivi e trasparenti, idonei e atti ad accertare la rispondenza delle professionalità, delle capacità e delle attitudini dei candidati alle caratteristiche delle posizioni da ricoprire;

c) pari opportunità nell’accesso all’impiego, senza discriminazione alcuna per ragioni di genere, di nazionalità, di religione, di opinione politica, di condizioni personali e sociali;

d) commissioni di valutazione costituite dal Direttore Generale composte con soggetti aventi adeguata preparazione ed esperienza nel settore per il quale viene esperita la selezione, che non siano componenti degli organi di amministrazione politica degli enti soci, che non ricoprano cariche politiche e che non siano rappresentanti sindacali o designati dalle confederazioni e organizzazioni sindacali.

Le procedure di selezione sono espletate dalla Direzione Generale aziendale, in conformità alle deleghe alla stessa assegnate dal Consiglio di amministrazione della Società. La Direzione Generale potrà a tal fine avvalersi di risorse interne e/o esterne, nonché, ove necessario, di professionisti esperti, qualora siano richieste al candidato competenze altamente qualificate e specifiche.

3. Ambito di applicazione

Il presente Regolamento disciplina le modalità di reclutamento di personale dipendente a tempo determinato e indeterminato per la costituzione di rapporti di lavoro dipendente con Padova Hall S.p.A..

Il presente Regolamento non si applica nei seguenti casi:

a) alle assunzioni obbligatorie disciplinate dalla normativa vigente;

b) alle assunzioni a tempo determinato, effettuate con carattere d’urgenza, in sostituzione di personale assente con il diritto alla conservazione del posto di lavoro;

c) ai contratti di somministrazione di lavoro utilizzabili unicamente per il reclutamento di personale per esigenze temporanee o per sostituzioni di personale avente diritto alla conservazione del posto di lavoro o in altri casi previsti dalla legge;

d) agli affidamenti di incarichi di lavoro autonomo aventi natura fiduciaria o altamente specialistica.

4. Requisiti per la partecipazione alle procedure di reclutamento

Alla scadenza del termine stabilito dall’avviso pubblico per la presentazione delle domande di ammissione alle selezioni il candidato deve essere in possesso di tutti i seguenti requisiti:

a) età non inferiore a 18 (diciotto) anni;

b) perfetta conoscenza e padronanza della lingua italiana;

c) godimento dei diritti civili e politici;

d) valido permesso di soggiorno per gli stranieri extra-comunitari;

e) posizione regolare nei confronti degli obblighi di leva e degli obblighi di servizio militare per i candidati di sesso maschile nati prima del 31.12.1985;

f) idoneità psico-fisica a ricoprire il posto di lavoro, con facoltà per la Società di esperire appositi accertamenti;

g) non essere stato destinatario di sentenza di condanna passata in giudicato, di sentenza di applicazione della pena su richiesta delle parti ex art. 444 c.p.p. passata in giudicato o di decreto penale di condanna irrevocabile, fatti salvi gli effetti derivanti da eventuali sentenze di riabilitazione ovvero di ordinanze di estinzione dei reati, che comportino, in base alla vigente legislazione, l’interdizione perpetua o temporanea dai pubblici uffici.

Non essere stato destinatario di sentenza di condanna passata in giudicato, di sentenza di applicazione della pena su richiesta delle parti ex art. 444 c.p.p. passata in giudicato o di decreto penale di condanna irrevocabile, fatti salvi gli effetti derivanti da eventuali sentenze di riabilitazione ovvero di ordinanze di estinzione dei reati, relativi a delitto non colposo punito con pena detentiva.

Non essere destinatario di provvedimenti che riguardino l’applicazione di misure di prevenzione o altre misure.

Altre eventuali condanne penali o sentenze ex art. 444 c.p.p. devono comunque essere dichiarate dal candidato e saranno valutati dalla Società, anche con riferimento alle mansioni dell’assumendo;

h) al fine di assicurare il rispetto di quanto disposto dall’art. 53, co. 16 ter, del D.Lgs. n. 165 del 2001 e ss.mm.ii., non essere un dipendente pubblico che, negli ultimi tre anni di servizio, abbia esercitato poteri autoritativi o negoziali per conto di pubbliche amministrazioni, nei confronti della Società;

i) non sussistenza delle cause di inconferibilità / incompatibilità normativamente previste (D.lgs. 39/2013);

j) titoli di studio e/o eventuali altri requisiti personali, professionali e/o titoli speciali richiesti dall’avviso di selezione.

5. Avvio iter di reperimento del personale

Nel rispetto degli obiettivi e dei limiti di spesa fissati dagli Enti soci, anche ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 19, comma 5, del D.lgs. n. 175/2016 e ss.mm.ii., a fronte di esigenze di organico si procede prioritariamente a verificare se la copertura può essere assicurata con professionalità acquisibili dall’interno che risultino in esubero e che siano in possesso di conoscenze e competenze adeguate e affini a quelle richieste dalle posizioni da ricoprire. In assenza di personale in esubero avente le competenze per ricoprire il ruolo vacante si procede con la selezione esterna.

6. Pubblicazione dell'avviso di selezione

La procedura di reclutamento ha inizio con la pubblicazione di un avviso di selezione sul sito Internet della Società, in apposita sezione dedicata, per un termine non inferiore a 15 (quindici) giorni, l’Organo Amministrativo della Società in sede di approvazione dell’avvio della procedura può stabilire ulteriori modalità di pubblicazione dell’avviso anche con altri mezzi idonei di diffusione specificamente indicati.

L’avviso di selezione deve indicare il profilo professionale ricercato e le relative mansioni, il numero di persone ricercato, la tipologia di contratto e di inquadramento proposta, nonché i requisiti di ammissione, i titoli di studio e professionali richiesti e gli eventuali titoli di preferenza.

Nell’avviso sono indicati i termini e le modalità di presentazione delle domande e le eventuali prove di selezione (test psico-attitudinali e/o prove scritte e/o prove pratiche e/o prove orali e/o colloqui individuali tecnici e/o motivazionali richiesti ai candidati), nonché ogni altra informazione o indicazione utile e/o necessaria per la procedura.

La Società può determinare il numero minimo di domande in presenza delle quali si procederà alla selezione.

È in facoltà della Società procedere alla riapertura del termine fissato per la presentazione delle domande qualora, alla data di scadenza delle stesse il numero di domande presentate sia ritenuto insufficiente per un’adeguata selezione o per altre motivate esigenze della Società medesima.

È altresì facoltà della Società motivatamente prorogare il termine per la presentazione delle domande.

7. Presentazione e ricevimento delle domande

La domanda di ammissione alla selezione deve essere redatta in carta semplice, sulla base del facsimile allegato all’avviso, deve essere sottoscritta dall’interessato e contenere, sotto forma di dichiarazioni sostitutive di certificazione e/o di atto di notorietà, ex artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000 ss.mm.ii.:

a) dettagliato curriculum vitae del candidato contenente le generalità del medesimo (il cognome e il nome, la data e il luogo di nascita, il codice fiscale, la cittadinanza, il Comune di residenza e l’indirizzo, nonché l’indicazione dell’eventuale domicilio e dell’indirizzo presso cui si intende siano effettuate tutte le comunicazioni inerenti la selezione, se diverso dall’indirizzo di residenza, con l’indicazione dell’eventuale recapito telefonico e/o dell’eventuale indirizzo di posta elettronica) nonché  i titoli di studio posseduti e i punteggi ottenuti, eventuali titoli professionali posseduti o ulteriori requisiti richiesti, le esperienze professionali acquisite e ogni altra informazione richiesta dall’avviso;

b) dichiarazione relativa alla sussistenza dei requisiti elencati al precedente art. 4 nonché relativa ad ulteriori notizie e/o informazioni richieste espressamente dall’avviso di selezione;

c) il consenso al trattamento da parte della Società dei dati personali ex D.lgs. n. 196/2003 ss.mm.ii. e Regolamento UE 2016/679

La mancanza anche di uno solo dei dati richiesti dal presente regolamento e dall’avviso di selezione, quando non sia comunque ricavabile dal complessivo contenuto della domanda, sarà motivo di non ammissione alla procedura di selezione.

Le domande dovranno essere trasmesse con le modalità previste dall’avviso ed entro il termine perentorio indicato nel medesimo a pena di esclusione.

Eventuali candidature spontanee, redatte nei termini sopra descritti, possono essere inviate alla Società a mezzo raccomandata A.R. o PEC o personalmente consegnate in qualunque periodo dell’anno, ma esse potranno essere prese in considerazione dalla Società unicamente ai fini dell’instaurazione di rapporti di lavoro non soggetti all’applicazione del presente regolamento ed elencati al precedente art. 3.

L’avviso di selezione deve indicare il profilo professionale ricercato e le relative mansioni, il numero di persone ricercato, la tipologia di contratto e di inquadramento proposta, nonché i requisiti di ammissione, i titoli di studio e professionali richiesti e gli eventuali titoli di preferenza.

Nell’avviso sono indicati i termini e le modalità di presentazione delle domande e le eventuali prove di selezione (test psico-attitudinali e/o prove scritte e/o prove pratiche e/o prove orali e/o colloqui individuali tecnici e/o motivazionali richiesti ai candidati), nonché ogni altra informazione o indicazione utile e/o necessaria per la procedura.

La Società può determinare il numero minimo di domande in presenza delle quali si procederà alla selezione.

È in facoltà della Società procedere alla riapertura del termine fissato per la presentazione delle domande qualora, alla data di scadenza delle stesse il numero di domande presentate sia ritenuto insufficiente per un’adeguata selezione o per altre motivate esigenze della Società medesima.

È altresì facoltà della Società motivatamente prorogare il termine per la presentazione delle domande.

8. Esame delle domande e svolgimento iter di selezione

All’esame delle domande e dei candidati provvede la Commissione costituita dal Direttore Generale della Società, che, come previsto dal precedente art. 2, lettera d), potrà essere composta da risorse interne e/o esterne, nonché, se necessario, da professionisti esperti, qualora le mansioni richieste al candidato richiedano la valutazione di competenze altamente qualificate.

In ogni caso, la selezione non potrà essere svolta da parte di coloro che ricoprono, o abbiano ricoperto negli ultimi tre anni, cariche politiche presso gli Enti Locali soci di Padova Hall S.p.A. o che siano rappresentanti di partito, sindacali o designati dalle Confederazioni e Organizzazioni Sindacali in genere o associazioni professionali. Non possono altresì effettuare la selezione i componenti aventi un rapporto di parentela o affinità entro il quarto grado con i singoli candidati.

Conosciuti gli elenchi dei partecipanti alla selezione, i soggetti incaricati della selezione dovranno sottoscrivere una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000, attestante l’assenza di cause di incompatibilità e/o di conflitto di interessi con l’incarico ricevuto così come previsto dalle disposizioni normative e/o regolamentari vigenti. Nel caso venissero accertate cause di incompatibilità in capo ad un soggetto, lo stesso verrà revocato con atto dell’Amministratore.

Gli incaricati della selezione provvedono all’esame delle candidature e all’espletamento delle eventuali prove e/o colloqui stabiliti nell’avviso di indizione della selezione.

Le prove di selezione sono individuate nell’avviso di indizione della selezione.

L’avviso può prevedere l’espletamento di una o più prove anche di diverso tipo.

A titolo esemplificativo l’avviso può prevedere, anche cumulativamente, l’espletamento di colloqui individuali tecnici e/o motivazionali e/o di test psico-attitudinali e/o di prove scritte e/o di prove pratiche e/o di colloqui di gruppo e/o di diverse e ulteriori modalità di esame e valutazione.

Le prove e/o i colloqui sono in ogni caso diretti ad accertare la professionalità dei candidati con riferimento alle attività che i medesimi sono chiamati a svolgere, nonché l’effettiva capacità di risolvere problemi ed elaborare soluzioni nell’ambito delle proprie competenze lavorative.

I giudizi espressi dalla Commissione devono essere motivati e risultare da apposito verbale.

È ammessa la possibilità, nel caso di ricevimento di domande in numero elevato, di svolgere una preselezione anche eventualmente con mezzi automatizzati.

9. Esiti della selezione

Al termine delle prove la Commissione formalizza un elenco degli idonei secondo la valutazione complessiva riportata da ciascun candidato.

I primi 5 classificati di tale elenco, qualora vi siano in tale numero, vengono inseriti in una graduatoria di merito che è approvata dalla Direzione Generale.

Gli esiti della selezione sono resi noti ai candidati inseriti in tale graduatoria mediante comunicazione personale.

Il candidato o i candidati utilmente collocati in graduatoria ai fini della copertura del o dei posti vacanti indicati nell’avviso saranno invitati, a mezzo raccomandata A/R o PEC, o altra modalità indicata nell’avviso di selezione, a stipulare il contratto individuale di lavoro e saranno assunti in via provvisoria con riserva di accertamento dei requisiti prescritti.

La graduatoria approvata dalla Direzione Generale della Società, salvo diversa specifica previsione dell’avviso di indizione della selezione, ha validità per un anno, periodo entro il quale la Società si riserva la facoltà di scorrerla.

Decorso l’anno o il diverso periodo stabilito dall’avviso la graduatoria perde automaticamente efficacia.

L’inserimento di un candidato nelle graduatorie definite sulla base delle procedure di selezione stabilite nel presente Regolamento non costituisce impegno all’assunzione da parte della Società.

In ogni caso, la selezione non potrà essere svolta da parte di coloro che ricoprono, o abbiano ricoperto negli ultimi tre anni, cariche politiche presso gli Enti Locali soci di Padova Hall S.p.A. o che siano rappresentanti di partito, sindacali o designati dalle Confederazioni e Organizzazioni Sindacali in genere o associazioni professionali. Non possono altresì effettuare la selezione i componenti aventi un rapporto di parentela o affinità entro il quarto grado con i singoli candidati.

Conosciuti gli elenchi dei partecipanti alla selezione, i soggetti incaricati della selezione dovranno sottoscrivere una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000, attestante l’assenza di cause di incompatibilità e/o di conflitto di interessi con l’incarico ricevuto così come previsto dalle disposizioni normative e/o regolamentari vigenti. Nel caso venissero accertate cause di incompatibilità in capo ad un soggetto, lo stesso verrà revocato con atto dell’Amministratore.

Gli incaricati della selezione provvedono all’esame delle candidature e all’espletamento delle eventuali prove e/o colloqui stabiliti nell’avviso di indizione della selezione.

Le prove di selezione sono individuate nell’avviso di indizione della selezione.

L’avviso può prevedere l’espletamento di una o più prove anche di diverso tipo.

A titolo esemplificativo l’avviso può prevedere, anche cumulativamente, l’espletamento di colloqui individuali tecnici e/o motivazionali e/o di test psico-attitudinali e/o di prove scritte e/o di prove pratiche e/o di colloqui di gruppo e/o di diverse e ulteriori modalità di esame e valutazione.

Le prove e/o i colloqui sono in ogni caso diretti ad accertare la professionalità dei candidati con riferimento alle attività che i medesimi sono chiamati a svolgere, nonché l’effettiva capacità di risolvere problemi ed elaborare soluzioni nell’ambito delle proprie competenze lavorative.

I giudizi espressi dalla Commissione devono essere motivati e risultare da apposito verbale.

È ammessa la possibilità, nel caso di ricevimento di domande in numero elevato, di svolgere una preselezione anche eventualmente con mezzi automatizzati.

10. Ricorso a società esterne di selezione

Le procedure di selezione possono essere affidate a Società esterne specializzate nell’attività di selezione.

In relazione alla tipologia, alla professionalità richiesta, ai tempi di inserimento previsti, ed avendo attenzione ai costi, la Società potrà avvalersi, per una o più fasi del processo selettivo, del supporto di società esterne specializzate nelle attività di reclutamento e selezione.

Anche in tali circostanze la Società pubblica sul proprio sito Internet, in apposita sezione dedicata, l’avviso di selezione, fornendo informativa sul ruolo delle società esterne coinvolte nel processo di reclutamento e selezione.

L’attività delle società specializzate deve rispettare il presente Regolamento.

La Società si riserva la facoltà di indicare alle società specializzate, quale esperto, un proprio dipendente per la valutazione dei requisiti di competenza professionale dei candidati e/o può riservarsi la valutazione finale dei soggetti selezionati dalle società specializzate stesse.

11. Assunzione

All’organo amministrativo viene fornita informativa degli esiti della procedura di selezione svolta dalla Direzione Generale.

Ove, ad esito del completamento dell’iter di selezione, la Società ritenga di procedere all’assunzione di uno o più dei candidati individuati in base alle graduatorie, l’assunzione deve essere formalizzata dalla Direzione Generale e, nel caso di assunzione di dipendenti con qualifica dirigenziale, ratificata dal Consiglio di Amministrazione.

L’assunzione avviene con contratto individuale di lavoro subordinato a tempo pieno o parziale secondo le forme contrattuali di impiego previste dall’ordinamento e nel rispetto del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per i dipendenti da aziende del commercio, terziario, distribuzione e servizi.

Il contratto a tempo determinato, che prevede l’apposizione di un termine di durata, potrà essere prorogato secondo i termini di legge.

I requisiti per la partecipazione alla selezione costituiscono anche requisiti per l’assunzione.

Il mancato possesso dei requisiti prescritti nell’avviso di selezione al momento della costituzione del rapporto individuale di lavoro costituisce motivo giustificato per la mancata sottoscrizione del contratto da parte della Società e/o per l’automatica risoluzione di esso.

Trovano altresì applicazione le norme di legge in materia di inconferibilità e incompatibilità, sia al momento della costituzione del rapporto di lavoro che nel corso del suo svolgimento.

Il collocamento definitivo in organico del personale selezionato è preceduto, qualora sia previsto nell’avviso di selezione, da un periodo di prova.

La Società, in casi particolari debitamente motivati, può modificare la tipologia contrattuale senza indire una nuova procedura di selezione, sempreché il soggetto interessato a detta modifica sia stato individuato come idoneo attraverso una procedura di selezione svolta ai sensi del presente Regolamento.

12. Trattamento dei dati

I dati e le informazioni che la Società riceve dai candidati in occasione delle procedure di selezione o, comunque, ai fini dell’assunzione sono trattati nel rispetto di quanto previsto dal decreto legislativo 30 giugno 2003 n. 196 e dal Regolamento UE 2016/679.

Al riguardo si precisa che:

– l’acquisizione di tutti i dati di volta in volta richiesti è presupposto indispensabile per l’instaurazione e lo svolgimento dei rapporti cui la stessa acquisizione è finalizzata;

– i dati suddetti, nonché quelli elaborati da Padova Hall S.p.A., in relazione agli obblighi, ai diritti e alle previsioni connessi alle procedure in atto, non saranno oggetto di diffusione o comunicazione fuori dai casi previsti dalla legge e con le modalità al riguardo consentite;

– la persona fisica cui si riferiscono i dati personali acquisiti ha facoltà di esercitare, riguardo all’esistenza ed al trattamento degli stessi, i diritti previsti dalla normativa in materia, con i limiti prescritti dalle esigenze di trasparenza della procedura di selezione;

– i dati raccolti mediante le candidature spontanee ricevute saranno conservati dalla Società fino a 6 mesi dal ricevimento delle stesse.

Il titolare del trattamento dei dati connessi alla procedura è Padova Hall S.p.A.; i dati saranno trattati daPadova Hall S.p.A. dall’ufficio risorse umane e dalla Direzione Generale in conformità alle finalità per i quali sono raccolti (procedura di selezione finalizzata ad un eventuale inserimento nell’organico aziendale).

13. Norme finali e di rinvio

Per quanto non disciplinato dal presente Regolamento si fa riferimento alle norme di legge e contrattuali vigenti.

14. Adozione e pubblicità del Regolamento

Il presente Regolamento, così come ogni aggiornamento dello stesso, è approvato dall’organo amministrativo di Padova Hall SpA e ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 19, comma 3, del D.lgs. n. 175/2016 è pubblicato su sito istituzionale della Società.